Canti di pianto e d’amore dall’antico Salento di Martina Mele   «I grichi “non sanno, quando parlano, di custodire sulle labbra un tesoro così in pericolo”» (Maria Corti)     Tra i primi (o, probabilmente, il primo) a riconoscere l’importanza della cultura orale del Salento, nella fattispecie quella legata all’antica lingua grica,...

Eco e Narciso: poesia di Domenico Conoscenti     1- A lungo mi guardava negli occhi al mio accostava il suo viso aderivano i corpi e le palme delle mani. A lungo. Ogni volta di più. Fino a quando   Fino a quando le nostre dita si intrecciarono.     2- Al vederti arrivare distoglievo lo sguardo gli occhi arrossati di pianto pure sperando...

PENELOPE di Grazia Frisina Immagine in copertina di Greta Pasha     Senza lasciare segni la passione ha avuto il tempo di morire dentro a un letto tarlato dalle notti più fredde Ho posato la testa su guanciali d’autunno lasciando che le musiche i colori i desideri cadessero come foglie e i fantasmi giocassero con i...

Intimità. Nina Cassian: due poesie   Immagini di O'Tama Kiyohara   traduzione di Alfonso Geraci ( i testi sono tratti da Life sentence)   Intimità Posso stare da sola, so come stare da sola. C’è una tacita intesa tra le mie matite e gli alberi fuori; tra la pioggia e i miei capelli luminosi. Il tè sta bollendo: la mia zona...

  Azioni tre poesie di Francesca Clara Fiorentin Immagini di Sarah Eisenlohr   Azioni Come le poesie hanno scaldato le buche per terra sono sorte come un bulbo rannicchiato come un bambino e la balia al seguito, azioni piccole sulle inazioni del pianto e del grido.     Di male in peggio. Dopo un male il famoso...

IVANO FERRARI – MACELLO di Domenico Cosentino Immagini di Alberto Ziveri   “Il primo giorno/ d’un tratto il molliccio/mi avvinghia il collo/ come una sciarpa/ qualcuno mi aveva lanciato/un interminabile pene di toro.” Questo è il benvenuto che danno a Ivano Ferrari gli operatori del macello comunale di Mantova e...

Calling birds by name   tre poesie di Mariadonata Villa   Immagini fotografiche di Adriano Zanni   Calling birds by name È grande il freddo che ci chiama. Ci sono uccelli dalla testa bianca grandi quanto la mano che tendi quando chiedi riparo od offri doni. Non c’è scampo alla vita che hai deciso. Ascolti in fretta,...

Quello che resta. Poesie di Grazia Procino Immagini di Silvia Pisani (www.silviapisani.it)       Quello che resta  Mi chiedete, quello che resta. Davvero, non lo so. Forse la tana dei vermi nel terreno grasso e umido. Le vite dei santi e le stanze dei detenuti. I giorni mai uguali l’uno all’altro i minuti di sofferenza sempre...

Glück, un diario del passaggio di Mariadonata Villa   Tante cose si sono scritte di Louise Glück, da quando il Nobel l’ha tolta all’oscurità del grande pubblico. La sua voce limpida e aspra attrae, molto al di là del dato biografico che la motiva, e che terremo dall’altra...

"Intervista a un poeta arbëresh: Mario Calivà Jaren Martide"  a cura di Emanuela Mannino   Chi è il poeta per lei? Il poeta, secondo me, è colui che ha la capacità di cogliere le sfumature più celate e creare corrispondenze che all’occhio dei molti non appaiono. Per questo motivo...