Chi siamo

 

Redazione

                  

Sara Manuela Cacioppo

Laureata in Lingue e Culture Moderne, traduttrice tecnico-scientifica dal francese e dall’inglese, lavora come traduttrice letteraria per rinomate case editrici. Ha pubblicato recensioni, articoli di critica letteraria e interviste per numerose riviste italiane e blog. Suoi racconti sono stati pubblicati su libri e riviste. Collabora con il Giornale di Sicilia nella sezione “Cronaca di Palermo”, occupandosi anche di eventi culturali e letterari della città. È blogger/fondatrice del blog letterario Sara fra le parole. Nell’ambito della traduzione audiovisiva e del sottotitolaggio ha esercitato per Subtitles Palermo e per il Sicilia Queer Filmfestival. Tra i lavori più significativi il sottotitolaggio del film Cœurs Sourds del regista Arnaud Khayadjanian. Si interessa di letteratura italiana e straniera, con una particolare attenzione verso la narrativa femminile e i gender studies. È membro di Comitati scientifici di Convegni e di Seminari di studio nazionali e internazionali. Ha partecipato nel ruolo di Relatore a invito a diverse conferenze ed eventi scientifici, tra gli ultimi il seminario di studio organizzato dal Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo dal titolo “L’influenza femminile nell’arte, nella letteratura e nella storia occidentale”, in cui ha presentato la relazione Una letteratura tutta per sé. Tra le sue ultime traduzioni: La bocca delle carpe. Conversazioni con Amélie Nothomb di Michel Robert e Amélie Nothomb, Voland edizioni, 2019. È curatrice nella sezione Echi della voce dedicata alla letteratura femminile di Morel, voci dall’isola.

 

 

Giovanna Di Marco

Nasce a Palermo nel 1978. Laureata in Lettere con una tesi in Estetica e specializzata in Storia dell’Arte medievale e moderna con una tesi sulla pittura medievale, vive e lavora a Palermo dove insegna materie letterarie nella scuola secondaria. È autrice di articoli pubblicati su riviste scientifiche (Tecla, BTA), afferenti a temi di critica e letteratura artistica e della rubrica di approfondimento culturale dal titolo Come se fosse Antani sul quotidiano online ilSicilia.it. Per Morel cura la rubrica Nuvole, dedicata alla letteratura ecfrastica.

 

                   

       

     

Ivana Margarese

Ideatrice e fondatrice di Morel, voci dall’isola. Laureata in filosofia, insegna al Liceo delle Scienze Umane.  Ha collaborato con diverse riviste in Spagna e in Italia, tra cui Fata Morgana e Zest. Letteratura sostenibile.  Ha svolto un dottorato in Studi culturali presso l’Universitá di Palermo, dove ha tenuto un corso di Teoria della Letteratura. Ha un post doc presso l’Universitá Elte di Budapest in cui ha lavorato con l’artista e regista ungherese Péter Forgács. Curatrice del libro “Ti racconto una cosa di me. Scritture e fotografie da collezioni private” edito da Edizioni di Passaggio (2012), a cui è seguita una mostra a Bologna Sala borsa. Autrice del racconto “Coccodrillo. Resistenza femminile alla felicità” pubblicato all’interno della raccolta “Non ti resisto”  da Emma Books, a seguito del Concorso Donna nel Quotidiano. Ha pubblicato anche il racconto “Capsule” nell’antologia “Anatomè“ Ensemble 2018. È coordinatrice della rivista e si occupa di filosofia e saggistica.

 

 

                                         

Erika Nannini

Nata a Ravenna, nel 1976,  è bibliotecaria presso la biblioteca comunale Don Giovanni Verità e Accademia degli Incamminati di Modigliana (FC). Ha pubblicato racconti sul Corriere Fiorentino e nell’antologia Anatomè – dissezioni narrative edita da Edizioni Ensemble. Ha collaborato con Zest Letteratura Sostenibile. Curatrice della sezione Conchiglie, dedicata a libri e autori dimenticati di Morel, voci dall’isola.

 

 

 Grafica e design

 

Giuseppe Cinà

Designer palermitano, conosciuto anche come “Grafo” dalla sua esperienza nella street art nel decennio degli anni ’90, esperienza che sfocerà nella scenografia e l’illustrazione, e poi nella grafica, la fotografia, il design. La passione per le diverse forme di creatività viene riconosciuta con la premiazione e la pubblicazione di alcuni suoi lavori fotografici e di design (tra cui: Sara young designer award, Domus Academy; Bag-pack, Comieco; Immagini precarie, Ist. Arrupe). Dopo la laurea in design, e varie collaborazioni con studi creativi siciliani, intraprende un progetto di autoproduzione con una linea di prodotti da lui disegnati, che dal 2015 al 2017 verranno selezionati per numerose mostre e pubblicazioni di settore (tra cui: Farm Cultural Park, Biennale della Ceramica Siciliana, Tao design). Nel 2016 è ospite del Fuori Salone durante la design week milanese col progetto “Smooth Kami” realizzato nel corso della residenza “Think Tile”. Attualmente svolge la sua regolare attività di designer presso una nota azienda siciliana. Per Morel, voci dall’isola, ha realizzato il logo ed è curatore della parte grafica.

 

 

Vincenzo Profeta

Nel 2002 fonda il Laboratorio Saccardi, gruppo artistico riconosciuto a livello internazionale, per le numerose installazioni pittoriche dal piglio trasgressivo e provocatorio, partecipando a diverse biennali internazionali. Nel 2011 collabora alla realizzazione dell’ Archivo Flavio Beninati di Palermo diventandone codirettore.Nel 2013 fonda la rivista giovanile kill surf city. Attualmente continua la sua ormai sterminata produzione di opere d’arte con il laboratorio saccardi, e sta realizzando il progetto editoriale “#lapalermomale, prolegomeni ad una metafisica della fine.” previsto per il 2021. Per Morel, voci dall’isola ha realizzato la mappa visuale e i simboli delle sezioni ed è rappresentante estetico indiscusso.

 

 

 

 

 

 

                          Contatto email: morel.vocidallisola@gmail.com